Quale deficit di vitamina provoca perdita di memoria?

Una dieta sana è importante per mantenerti energicamente fisicamente, ma le cattive abitudini nutrizionali legano anche ai problemi neurologici o cerebrali, come la perdita di memoria. Piccole quantità di vitamine essenziali trovate nella vostra dieta quotidiana forniscono i nutrienti funzionali necessari per mantenere la salute del cervello e del corpo. Le carenze vitaminiche estreme, tuttavia, sono alla base delle complicanze di memoria associate a condizioni mediche come la demenza e la malattia alcolica del cervello.

Tredici vitamine sono essenziali per la vostra dieta, il che significa che il vostro corpo ha bisogno di funzionare correttamente. Le vitamine A, D, E e K sono le vitamine liposolubili che si conservano nelle cellule grasse. La vitamina C e le altre otto vitamine B sono solubili in acqua; il tuo corpo utilizza ciò che serve e elimina ogni giorno l’eccesso di urina. Per la maggior parte, una dieta ricca di frutta, verdura, grano e proteine ​​magre è sufficiente per ottenere le vostre esigenze quotidiane di vitamina. Tuttavia, il normale processo di invecchiamento, malnutrizione o circostanze estenuanti come le condizioni che causano il malassorbimento di sostanze nutritive può ostacolare il modo in cui il corpo assorbe e usa queste vitamine, portando a carenza. La carenza di vitamina più comunemente associata alla perdita di memoria è la vitamina B-1 o la tiamina, anche se altre vitamine B e carenza di vitamina D potrebbero essere legate alla perdita di memoria associata con l’alcolismo, la demenza, la malattia di Parkinson e la malattia di Alzheimer.

La tiamina, come le altre vitamine B, è un importante nutrimento per metabolizzare il cibo in energia e proteggere varie funzioni del sistema nervoso. Alti concentrazioni di tiamina risiedono nel cervello e aiutano nel corretto funzionamento degli enzimi necessari per produrre neurotrasmettitori per il pensiero, il movimento, l’umore e la memoria. Anche se la tiamina si trova facilmente negli alimenti come pollo, grani interi, noci e fagioli, una dieta esclusa questi alimenti aumenta il rischio di carenza. Tuttavia, il consumo in eccesso di alcool può ostacolare l’assorbimento della tiamina e causare anche carenze. La carenza di tiamina grave provoca la sindrome di Wernicke-Korsakoff, un disturbo neurologico caratterizzato da sintomi di confusione, perdita di memoria a breve e lungo termine. L’assunzione giornaliera di tiamina per adulti è di 1,1 a 1,2 mg.

Le vitamine B hanno ciascuna compiti chimici da svolgere nel tuo corpo, ma nel complesso alcune delle vitamine non possono completare processi vitali senza la presenza di altre vitamine B. Per esempio, la vitamina B-3, importante nel metabolismo digestivo, si basa su adeguati livelli di vitamina B-6 per svolgere i suoi processi metabolici. Allo stesso modo, le vitamine B-6, B-9 e B-12 lavorano insieme per regolare l’amminoacido omocisteina nel sangue in modo che non sia prodotta in eccesso. La mancanza di una di queste vitamine aumenta il rischio di elevati livelli di omocisteina, legata all’infezione precoce della demenza e della malattia di Alzheimer, osserva l’Istituto Linus Pauling. Gli alimenti contenenti queste vitamine B includono cereali integrali, patate, noci, pollame e verdure a foglia verde.

La ricerca preliminare da parte degli Istituti Nazionali di Salute e dell’Università di Exeter come riportato dalla pubblicazione online “Scientific American” indica che la carenza di vitamina D potrebbe legarsi al declino cognitivo in forma di demenza. La vitamina D è più frequentemente associata alla salute delle ossa, ma lo studio dell’Università di Exeter ha concluso che oltre la metà dei partecipanti allo studio con la demenza erano anche carenti di vitamina D. Questi risultati sono significativi in ​​quanto la vitamina D non è facilmente ottenuta dalle fonti di cibo, ma la ricerca continua a trovare l’esatto collegamento tra la carenza di vitamina D e il declino cognitivo. È possibile ottenere la vitamina D dall’esposizione diretta al sole alla tua pelle, ma questo viene con il rischio di cancro della pelle. L’adeguata assunzione di vitamina D è di 400-600 UI al giorno. La latteria e il pesce fortificato contengono questa vitamina.

Vitamine essenziali

Deficienza di tiamina

Vitamine B-3, B-6, B-9 e B-12

Deficit di vitamina D