Quale formazione è necessaria per diventare un giocatore di basket professionale?

Diventare un giocatore di basket professionale prende più di talento e desiderio. Secondo l’autore di sport per i giovani e il professor Frank L. Smoll di Psicologia dell’Università di Washington, circa uno dei 500 giocatori di scuola superiore diventerà un professionista. Con la popolarità massiccia dello sport, è una realizzazione che guadagna il ruolo di alcuni team di scuole superiori, per non parlare di giocare a pagare. Ma se si hanno gli occhi sul premio che è una carriera professionale di basket, avrete bisogno di una formazione adeguata e un’esperienza competitiva.

Una carriera di basket di successo comincia presto con i fondamentali. A meno che tu non abbia un talento naturale insolito, è quasi impossibile farlo ai pro senza costruire una base precoce. Le leghe della gioventù sono praticamente in ogni città e anche i campi estivi d’istruzione sono comuni. Tutto quanto sopra fornirà un’esperienza e istruzioni molto necessarie. In termini di abilità effettive, il dribbling è la prima cosa che i giovani giocatori dovrebbero imparare a fare. Punti di enfasi: utilizzare le dita per dribblare, mantenere la palla all’altezza della vita e proteggere la palla svitando i difensori in arrivo.

Sarebbe difficile trovare un giocatore professionista che non ha giocato a basket di alta scuola. Come alcune scuole, semplicemente mostrando per i tryouts è abbastanza buono, ma in programmi più competitivi è necessario battere i compagni di classe per un posto di ruolo. Prima di provare, i giocatori delle scuole superiori dovrebbero lavorare spendere tempo a levigare dribbling, tiro e condizionamento. Solo i migliori giocatori delle scuole superiori sono offerti punti nelle squadre di basket del college di Division I, che tradizionalmente è il passo successivo verso una carriera professionale.

Più di 300 college sono i programmi di basket di Divisione I e ciascuno ha il permesso di avere fino a 13 giocatori di borsa sui loro rispettivi roster. Una volta che hai fatto a questo punto, sei un po ‘più vicino, ma c’è ancora molto da fare. Di quei giocatori più di 5.000 giocatori, solo 60 saranno redatti da squadre NBA. Ancora, la NBA non è l’unica forma di pro cerchi: ci sono leghe all’estero, alcune delle quali pagano sei cifre a stelle collegiate statunitensi, i cui sogni NBA non sono scesi. Mentre le leghe professionali non richiedono la formazione universitaria, la grande maggioranza dei pro giocatori ha esperienza collegiale.

A meno che non siate tra i colpi di giocatori provenienti dal college, semplicemente avere una buona carriera non è sempre sufficiente per passare a una carriera professionale. Molti giocatori iniziano a lavorare con formatori professionisti dopo il loro ultimo anno di college – e alcuni lo fanno subito dopo le loro stagioni finali. Mentre il basket universitario è dotato delle responsabilità del lavoro accademico, lavorare con un’agenzia di formazione a tempo pieno non richiede tali distrazioni. Essa abbraccia le abilità e aiuta i giocatori a passare alla grintosa giornata quotidiana di essere un giocatore di basket professionale.

Formazione per la gioventù

Scuola superiore

Università

Transizione ai professionisti