La storia del baseball per i bambini

Baseball, che si chiama il passatempo americano, risale alla guerra civile quando si chiamava rounders. Alcune persone non si preoccupano per questo a causa del suo ritmo lento, ma era ancora abbastanza popolare che otto club ha attirato più di 3 milioni di visitatori nel 2013. Ha un posto solido nella storia americana come il più antico di tutti i principali sport, Ea volte la sua crescita ha riflettuto importanti cambiamenti nel paese.

Abner Doubleday è spesso accreditato con l’inventiva di baseball a Cooperstown, New York nel 1839. Nel 1845, Alexander Cartwright – noto come “padre di baseball” – ha inventato le regole e il campo da baseball moderno. La sua squadra, la New York Knickerbockers, ha giocato nel primo gioco di baseball contro una squadra di cricket nel 1846. La guerra civile ha contribuito a diffondere il gioco come soldati da tutta la terra sono stati esposti al baseball. Entrambe le parti hanno giocato durante i tempi in discesa e alcuni soldati hanno scritto che i giochi sono stati chiamati a causa di armi da fuoco.

Il gioco è cresciuto rapidamente dopo la guerra, con la maggior parte delle città che adottano i loro lati e giocano contro le città vicine. Ciò ha portato alla formazione di leghe professionali, con la Lega Nazionale a partire dal 1876 e la Lega Americana nel 1900. Le leghe rivali hanno giocato il loro primo campionato combinato nel 1903. Lo chiamarono la World Series, anche se le squadre erano da Boston e Pittsburgh . Il nome è bloccato.

Baseball nella prima parte del secolo ha prosperato con scarsa concorrenza da altri sport e fedelmente sostenuto dai giornali. I giocatori di baseball sono diventati eroi nazionali. Ecco perché il suo primo scandalo ha fatto un tale impatto. Otto giocatori del Chicago White Sox sono stati accusati di aver lanciato la World Series del 1919 come parte di un gioco d’azzardo. Anche se i cosiddetti “Black Sox” sono stati assolti in un tribunale, molti fan hanno letteralmente perso la fede nel gioco. Ha spinto i proprietari di campionato a portare un commissario, un giudice chiamato Kenesaw Mountain Landis. Landis ha vietato tutti i giocatori coinvolti nello scandalo e la posizione del commissario ha aiutato a rompere il potere dei proprietari.

Nel 1920, George Herman “Babe” Ruth è stato venduto dal Boston Red Sox ai New York Yankees. Il commercio che in seguito sarebbe stato soprannominato “La maledizione del bambino” perché il Red Sox non ha vinto un’altra serie mondiale fino al 2004. Con gli Yankees, Ruth ha vinto quattro World Series e divenne il primo giocatore a colpire 60 homers in una stagione. I fan erano così in soggezione del suo potere che guardavano oltre lo scandalo del Black Sox. Ruth era uno dei cinque uomini eletti nella prima classe della Hall of Fame di Baseball, inaugurata nel 1936 a Cooperstown. Gli altri erano Ty Cobb, un campione di battuta nove volte, Honus Wagner, che si ritirò con più di 3.000 colpi e le zuppe Christy Mathewson e Walter Johnson.

Come la maggior parte delle istituzioni americane, il baseball praticava la segregazione per la prima parte del secolo. Ciò è cambiato nel 1947 quando Jackie Robinson, che aveva precedentemente giocato nei Lega Negro, ha preso la prima base per i Dodgers di Brooklyn. È diventato un simbolo immediato poiché in quel periodo c’erano pochi posti dove le persone potevano vedere un afroamericano che lavorava accanto ai bianchi come uguale. La sua prima stagione era piena di proteste, dalle squadre opposte, da alcuni compagni di squadra e da alcuni fan dei Dodgers. Robinson ha attaccato, e alla fine ha vinto un premio più valido giocatore. Come scrisse Larry Schwartz per ESPN, Robinson “non ha fatto un colore nudo di nazione, almeno ha reso più colorato”.

Primo passo

Leghe professionali

Il Black Sox

Babe Ruth

Jackie Robinson